aicpe

AICPE – Lettera ai pazienti

Cari Pazienti
sono passate poche settimane dall’ultima volta che ci siamo visti ma sembrano anni: tutto è improvvisamente cambiato. Dovremo mantenere le distanze e proteggerci con mascherine e guanti e altri dispositivi di sicurezza: uno stile di vita che non avremmo mai immaginato di dover affrontare.

Probabilmente tra pochi giorni avremo la possibilità di rivederci, ma, per la vostra e la nostra sicurezza, le modalità dei nostri incontri non potranno essere le stesse.

Con questa lettera vorremmo informarvi su quelle che saranno le precauzioni che intendiamo mettere in atto per fare in modo che questo studio resti il luogo sicuro che sempre è stato.

La prima precauzione: verrete contattati telefonicamente prima di ogni visita, e i nostri collaboratori vi faranno una serie di domande, atte a stabilire se ci siano le condizioni per una visita in sicurezza e se siano necessarie ulteriori cautele: rispondete tranquillamente a queste semplici domande, perché abbiamo seriamente a cuore la salute di chi si affida a noi. Se non ci saranno problemi, avremo finalmente il piacere di rivederci.

Il giorno della visita, vi preghiamo di venire muniti di mascherina e guanti, in caso contrario avremo cura di fornirvele al vostro arrivo.

Vi raccomandiamo il massimo rispetto degli orari degli appuntamenti. Questo ci consentirà di evitare sovrapposizioni ed assembramenti nella sala di attesa che potrà ospitare meno pazienti del solito per le necessità di distanziamento sociale.

Qualora foste accompagnati, vi preghiamo di far attendere l’accompagnatore in macchina: non è scortesia, è un gesto di pura cautela a vantaggio vostro e di chi verrà dopo di voi, pensato per evitare che all’interno delle nostre strutture ci possa essere qualunque forma di assembramento di persone e quindi una possibile contaminazione.
Al momento dell’ingresso in studio sarete accolti da una nostra collaboratrice munita di protezioni: è strano, lo sappiamo, ma la salute vostra e dei nostri collaboratori è al centro della nostra attenzione.

Vi verrà richiesto di compilare un modulo di autocertificazione, onde confermare quanto comunicato durante il triage telefonico. I nostri studi e ambulatori verranno accuratamente sanificati: queste procedure ci garantiscono di potervi accogliere e di poter effettuare il nostro lavoro anche in un momento delicato come la pandemia che stiamo vivendo, sempre con professionalità e in sicurezza.

Sarete invitati a utilizzare uno spray o un gel disinfettante anche sopra i guanti che avrete diligentemente indossato.

Una volta raggiunto lo studio per iniziare la visita noterete che anche il vostro medico sarà munito di dispositivi protettivi. Se il nostro incontro sarà dovuto a una visita informativa, dopo questi passaggi potremo chiacchierare come sempre, con il rispetto delle distanze di sicurezza richieste.

Se dovrete effettuare una visita od un trattamento non chirurgico dovremo fornirvi dei presidi di vestiario monouso da indossare e mantenere per tutta la durata dei trattamenti.

Se invece dovrete essere sottoposti ad un intervento chirurgico gli accorgimenti non saranno diversi da quelli abitualmente adottati. Il lettino dove effettuerete il trattamento verrà disinfettato con prodotti specifici dopo ogni procedura.

Tutto questo vi appare strano? Grottesco? Anormale? Forse si. Sembra anche a noi.

Ma anche se probabilmente eccessiva, per un po’ ci dovremo abituare a questa nuova modalità.
Perché la vostra salute è anche la nostra e quella di tutti, ed è nostra precisa scelta professionale fare il nostro lavoro e darvi il servizio richiesto, nelle migliori condizioni di sicurezza possibile.

Aiutateci ad esserti utili come prima: il nostro impegno è il massimo e teniamo oltre che al vostro aspetto, soprattutto alla vostra salute. Grazie.

A presto.

I Chirurghi Plastici Soci di AICPE
Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica