otoplastica-intervento

Otoplastica intervento: operazione chirurgica e trattamento post operatorio

Otoplastica intervento: ecco tutto quello che dovete sapere sull’operazione chirurgica e il trattamento post operatorio.

Otoplastica intervento: l’operazione

Dopo aver provveduto agli esami ematici di routine, ad un elettrocardiogramma e ad un rx al torace, il chirurgo potrà procedere all’operazione. Ovviamente l’intervento necessita di una sedazione e di un’anestesia locale. La durata dell’operazione varia da soggetto a soggetto ma solitamente si riesce a espletare il tutto nell’arco massimo di un’ora.

In cosa consiste l’otoplastica? Il chirurgo avrà cura di applicare dei tagli nella zona retroauricolare, in modo che questi non siano affatto visibili agli occhi di chi ci sta guardando. In sostanza, chi avremo di fronte noterà solo che le nostre orecchie non saranno più ‘a sventola’ e allo stesso modo non noterà alcuna incisione, taglio o cicatrice.otoplastica-intervento

Il chirurgo provvederà, dunque, a spostare le cartilagini, in modo da eliminare le sporgenze e far sì che il padiglione auricolare sia in posizione. Se invece l’operazione di otoplastica prevede un lavoro del medico sul padiglione auricolare stesso, allora sarà possibile anche l’asportazione di una porzione di cute.

Una volta terminato l’intervento, verrà applicato un cerotto chirurgico per evitare che il taglio si infetti. Oltre a questo, sarà cura del chirurgo applicare un morbido bendaggio elastico tutt’intorno alla zona interessata.

Otoplastica intervento: il trattamento post operatorio

A questo punto il paziente si troverà nella condizione di affrontare il periodo post operatorio. Per le prime ore che seguono l’intervento è assolutamente normale provare un leggero dolore e un senso di intorpidimento generale. Per le prime notti è bene tenere attorno alle orecchie il bendaggio, in modo da ridurre il rischio di recidiva.

Oltre a questo, dopo l’intervento di otoplastica si sconsiglia di svolgere attività fisica in modo molto intenso: i tessuti devono ancora stabilizzarsi nella loro nuova posizione e lo sforzo fisico potrebbe scombinare tutti i piani. Come anche per gli altri interventi quali la blefaroplastica o il lifting al sopracciglio, è sconsigliata qualsiasi esposizione al sole.

Per quanto riguarda il risultato, invece, l’effetto dell’operazione sarà, almeno in parte, visibile fin da subito. Per avere, però, un quadro completo della situazione bisognerà aspettare almeno 6 mesi.