blefaroplastica-superiore

Blefaroplastica superiore, trattamento post-operatorio e complicanze

Nell’articolo odierno tratteremo due aspetti molto interessanti della blefaroplastica superiore: il trattamento post-operatorio e quali possono essere alcune complicanze.

Blefaroplastica superiore: il trattamento post-operatorio

Nelle 24 ore immediatamente seguenti all’intervento, la zona interessata degli occhi sarà notevolmente gonfia. Saranno presenti anche delle ecchimosi e potrà avvenire una modesta lacrimazione. Entrambi questi fattori, comunque, sono destinati a sparire rapidamente nell’arco di pochi giorni.

Naturalmente il paziente, nel periodo successivo all’intervento, dovrà seguire alcune piccole e semplici regole per far sì che tutto prosegua per il meglio. Tra i vari consigli validi che si possono dare ci sono senza ombra di dubbio quelli di evitare attività fisica intensa e l’esposizione al sole.

Blefaroplastica superiore: le possibili complicanze

Un aspetto che potrebbe dare luogo ad alcune probabili complicanze è quello del processo cicatriziale del paziente. Innanzitutto è bene dire che le cicatrici sono permanenti, anche se esse non sono affatto visibili: si troveranno, infatti, nascoste superiormente nel solco palpebrale, inferiormente sotto le ciglia e lateralmente all’angolo dell’occhio. In quest’ultimo caso esse saranno davvero impercettibili.blefaroplastica-superiore

Come possibile complicanza ci potrebbe essere quella dell’alterazione del processo cicatriziale. Se ciò si verifica ci sarà un’irregolarità nella rima palpebrale e potrebbe essere necessario un altro intervento di ritocco. In ogni caso questa piccola operazione non si potrà fare prima di sei mesi e sarà eseguita sempre in anestesia locale.

Al riguardo è bene chiarire subito un punto: l’intervento di ritocco non è frutto di un errore del chirurgo. La cicatrizzazione di un tessuto, infatti, non dipende solo dal lavoro delle mani del medico ma anche dalla natura stessa del tessuto del paziente. Ogni persona possiede una propria struttura fisica del viso, una quantità e una qualità di rughe estremamente differenti, più o meno adipe e tanti altri fattori.

Comunque sia, una volta terminato l’intervento di blefaroplastica superiore saranno necessari dei controlli periodici. I controlli post-operatori si effettuano rispettivamente a 1, 3, 6 e 12 mesi. Dopo un quantitativo di anni, però, la pelle tenderà a divenire più ridondante e a mutare. Se tutto ciò accade, potrebbe essere necessario effettuare un altro intervento per togliere nuovamente la cute in eccesso. Questo potrebbe accadere dopo 8-10 anni.